Home SmartCity Reti di sensori e realtà aumentata per indagini sulla scena del crimine

Reti di sensori e realtà aumentata per indagini sulla scena del crimine

Reti di sensori ipertecnologici e tecniche di realtà aumentata per condurre indagini scientifiche non distruttive, rapide e accurate direttamente sulla scena del crimine. È quanto si propone di sviluppare il progetto europeo RISEN (Real-tIme on-site forenSic tracE qualificatioN), che vede la partecipazione di 20 partner di 12 Paesi, tra cui per l’Italia: ENEA, nel ruolo di coordinatore dell’intero progetto; Ministero della Difesa; Università di Bergamo; Consorzio CREO – Centro Ricerche Elettro Ottiche, con sede all’Aquila.

Le tecnologie sviluppate nell’ambito di RISEN saranno sperimentate per l’Italia dal Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche (RaCIS).

ENEA si occuperà di sviluppare quattro sensori (Raman, LIBS, LIF, Crime light imaging), che serviranno a identificare, selezionare ed etichettare digitalmente le tracce su cui investigare. “Grazie alla rete di sensori contactless che svilupperemo, sarà possibile effettuare accertamenti sicuri, rapidi e approfonditi direttamente sul luogo dove è avvenuto il crimine, ottimizzando il rilevamento, l’identificazione e l’interpretazione delle tracce rinvenute. Questo si tradurrà in una maggiore sicurezza per gli investigatori, in una riduzione di tempo e di risorse messe a disposizione per le indagini e, soprattutto, in un rapido scambio di informazioni tra forze di polizia dei Paesi europei coinvolti”, spiega Roberto Chirico del Laboratorio ENEA Diagnostica e Metrologia e coordinatore del progetto RISEN.

Oltre ai sensori, il team di ricerca del Centro ENEA di Frascati svilupperà un sistema di indagine 3D (Augmented Crime Scene), che permetterà di ricostruire la scena del crimine in versione virtuale, facendo ricorso a tecniche di realtà aumentata. “In questo modo forniremo agli investigatori un ambiente ‘immersivo’ dove valutare ipotesi e condurre indagini molto accurate, avendo a disposizione una scena del crimine in 3D quanto più realistica possibile, con la localizzazione delle tracce analizzate dai sensori. Tutte queste informazioni saranno conservate digitalmente, per essere disponibili, in qualsiasi momento, sia agli investigatori che all’autorità giudiziaria”, aggiunge Chirico.

Attualmente i reperti rinvenuti sulle scene del crimine – ad esempio sangue, saliva, esplosivi, polvere da sparo, droga e fibre varie – vengono trasportati in laboratorio e analizzati con approcci tradizionali che richiedono molte ore o addirittura giorni. “Queste innovazioni potranno servire agli investigatori ad annullare i rischi connessi alla presenza di agenti biologici o chimici sulla scena del crimine e a limitare il rischio che le prove vengano contaminate, perse o distrutte”, conclude Chirico.

Per maggiori informazioni: Risen-h2020.eu

(Fonte: Enea)

Potrebbe interessarti anche:

 

- Advertisment -

🔴 "Stiamo vivendo un passaggio: dall'industria 4.0 alla società 5.0, una società in cui le tecnologie sono uno strumento." - @GuidoFabbri3 ... (@geosmartcampus) #SmartPills

webinar h 17.00 #Digitaltransformation nelle #SmartCity come #innovazionedigitale, #innovazione #tecnologie e trasformazione #sociale in atto stanno ... cambiando i #servizi e gli #spazi urbani.
https://www.geosmartmagazine.it/2021/01/19/digital-transformation-nelle-smart-city/

Firmato accordo di collaborazione tra Link Campus University @geosmartcampus. L'intesa prevede partnership per progetti formativi e innovativi; ... tirocini formativi e stage per gli studenti del Master Service Innovation & Digital Transformation.

Oggi eravamo all’evento conclusivo #SkillsBuild #Reignite di @IBMItalia dove abbiamo condiviso i numeri di questo grande progetto di formazione ... digitale gratuita:
👉4300 partecipanti
👉101 webinars formativi
👉1300 registrazioni sulla piattaforma, di cui il 56% donne.

3

11° Puntata GeoSmartVoice - Ospite @dardisan Dario DI Santo, Managing Director at @FIRE_ita https://www.youtube.com/watch?v=xnrfB68vPu8
#energy ... #EnergyManagers #SmartCity #DigitalTransformation

🌿.@umbraflornews è la più grande realtà di produzione vivaistica dell’Umbria che ha a disposizione una nuovissima piattaforma che consente di ... archiviare dati di monitoraggio forestale. Scopri ➡ https://bit.ly/3snL55j

@GisAction @TeamDevTech @Esri @Esri_Nonprofit @ArcGISOnline

#EO @esa affida al consorzio guidato da @e_geos lo European Ground Motion Service – #EGMS per il #monitoraggio da #satellite dei movimenti del ... suolo.
#riskmap #riskmanagement #Copernicus #Sentinel
https://bit.ly/2XS9RfT

La trasformazione digitale del Paese è un lavoro di squadra: con una media di 250 adesioni al giorno, sono oltre 3000 le domande dei Comuni italiani ... che hanno aderito all’Avviso Pubblico per promuovere la diffusione di #Spid, @PagoPA e @IOitaliait . C’è tempo fino al 15 gennaio

Guarda di più...
- Advertisment -

ULTIMI POST

Biodiversità: il GIS per il monitoraggio e salvaguardia delle risorse genetiche forestali

Scopo della piattaforma tecnologica GIS di cui vi parliamo, è dare supporto per il monitoraggio e le azioni di salvaguardia e valorizzazione delle risorse...

Il restauro dell’Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci

Il restauro dell’Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci: una campagna di indagini scientifiche per conoscere struttura, materiali e problemi di conservazione. Le indagini hanno...

Social Media Trends 2021, webinar di Stati Generali dell’Innovazione

Webinar SGI 'Social Media Trends 2021' Web, mobile, social: cosa ci attende nel mondo del marketing digitale? Come ogni anno, cerchiamo di comprendere cosa ha in...

Le prime immagini dal satellite COSMO-SkyMed Seconda Generazione (CSG)

COSMO-SkyMed Seconda Generazione (CSG) diventa operativo rafforzando il ruolo e il contributo dell’Italia nel campo dell’Osservazione della Terra. Superata con successo la fase di test...