Home Geo-IT Cambiamenti climatici nell'Artico, online il dataset di Copernicus Climate Change Service

Cambiamenti climatici nell’Artico, online il dataset di Copernicus Climate Change Service

Cambiamenti climatici nell’Artico, pubblicato il dataset a cura di C3S (Copernicus Climate Change Service) su come si sono evolute le condizioni meteorologiche e climatiche nella regione dal 1991.

Negli ultimi 30 anni, l’Artico si è riscaldato all’incirca due volte più velocemente del resto del globo. Ciò sta causando il restringimento del ghiaccio marino, la diminuzione del manto nevoso e il ritiro dei ghiacciai, con effetti a catena per il mondo intero. Per supportare gli scienziati che studiano l’Artico europeo e le comunità colpite, il Copernicus Climate Change Service (C3S *) sta sviluppando un dataset che fornisce informazioni dettagliate su come si sono evolute le condizioni meteorologiche e climatiche nella regione dal 1991. Oggi segna il rilascio dei primi dati, dal 1998 al 2019.

Il riscaldamento dell’Artico è preoccupante non solo a causa degli impatti locali – quelli avvertiti dalle comunità e dagli ecosistemi artici, ad esempio – ma anche perché influisce sul clima nel resto del mondo. Il ghiaccio riflette la maggior parte della luce solare in arrivo, ma quando si scioglie espone un terreno più scuro che assorbe più energia dal sole. Inoltre, il terreno precedentemente congelato in modo permanente sta iniziando a scongelarsi, causando la decomposizione delle piante e degli animali conservati nel terreno e il rilascio di anidride carbonica e metano che contribuiscono ulteriormente al riscaldamento globale.

Il nuovo dataset Copernicus Arctic Regional ReAnalysis (CARRA) viene creato combinando osservazioni passate – come quelle registrate da strumenti terrestri e satelliti – con un modello dell’atmosfera per costruire un quadro completo del clima nell’Artico europeo durante gli ultimi 30 anni. Questa creazione di “mappe senza lacune” è chiamata rianalisi e si traduce nella possibilità di creare informazioni anche per i luoghi in cui le osservazioni meteorologiche sono scarse. Ciò è particolarmente importante per l’Artico poiché gran parte della regione è disabitata e di difficile accesso.

CARRA si basa su vari imput di dataset, ad esempio la rianalisi globale C3S ERA5 e le osservazioni meteorologiche che includono dati locali aggiuntivi e descrizioni dettagliate delle superfici fredde nell’Artico europeo“, spiega András Horányi, European Centre for Medium-Range Weather Forecasts (ECMWF ) scienziato responsabile del coordinamento tecnico e scientifico dello sviluppo di CARRA per conto di C3S. “Queste osservazioni sono combinate con un modello meteorologico all’avanguardia e il risultato è come mettere a fuoco con una lente d’ingrandimento sulla regione per vederla im modo molto dettagliato come mai prima d’ora“.

Come ERA5, CARRA fornisce informazioni su base oraria, ma la sua risoluzione orizzontale è di 2,5 chilometri rispetto alla risoluzione di 31 chilometri fornita da ERA5. Ciò rappresenta un dettaglio locale sorprendente, come dimostrato nelle figure seguenti. Quando CARRA sarà completo, coprirà il periodo 1991-2020, che è l’ultimo periodo di riferimento standard climatico di 30 anni “.

Link immagine : https://climate.copernicus.eu/c3s-zooms-arctic-climate

CARRA è stato sviluppato da un team internazionale di scienziati del Nordic and French national weather services, guidati dal Norwegian Meteorological Institute.

Nello sviluppo del dataset, abbiamo fatto uno sforzo particolare per garantire che CARRA presenti le ‘superfici fredde’ dell’Artico europeo davvero bene – inclusi ghiacciai, ghiaccio marino e manto nevoso – dove le osservazioni satellitari sono state utilizzate come dati di input“, ha spiegato responsabile del progetto Harald Schyberg dell’Istituto meteorologico norvegese.

Gli scienziati che lavorano alla trasformazione dei ghiacciai hanno già espresso interesse nell’utilizzo del dataset, tuttavia sarà prezioso anche per gli scienziati che lavorano in altri settori, nonché per le imprese e i decision-makers che cercano di mitigare il cambiamento climatico e adattarsi ai suoi effetti.

Il resto del set di dati, che copre l’intero periodo 1991-2020, sarà pubblicato alla fine di quest’anno.

* C3S è implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF) per conto della Commissione europea.

(Fonte: Copernicus Climate Change Service)

Leggi anche:

“La nuova figura professionale del #Geographic #Information #Manager”
#Webinar Live, Domani 20 Aprile, ore 15:00
con @sfarruggia @SGInnovazione
... #gisspecialist #gissystems #thescienceofwhere #gisanalyst #gisapplication #smartcity
https://www.geosmartmagazine.it/2021/04/15/la-nuova-figura-professionale-del-geographic-information-manager/

Conferenza Esri Italia 2021-Digital Week : da non perdere la sessione tematica dedicata alle più interessanti best practice sulla Smart Communities ... e Sostenibilità Ambientale
10 maggio- 14.30-16.00
#Esri #GIS #conesri2021 #thescienceofwheere #smartcity
http://bit.ly/32u0bKy

Conferenza Esri Italia 2021: un programma molto ricco ed interessante. Vedi tutti i temi ed Iscriviti!
#Esri #GIS #ArcGIS #conesri2021
... https://bit.ly/31H4OAs

oggi 15 aprile, ore 15 - #webinargratis Live "Il #creditoimposta per #Ricerca e #Innovazione" con Mario Giacobbo Scavo, Gennaro Errico, Alessandro ... Scala di @valueser by #SmartManager Academy @Geosmartcampus https://www.geosmartmagazine.it/2021/04/12/credito-dimposta-per-ricerca-sviluppo-e-innovazione/

Oggi 14 aprile alle ore 15 #webinargratis Live "#Precisionfarming e #RemoteSensing per valutare gli indici di #vegetazione" con Federica Ferrone di ... @AgricolusSuite
#agritech #farmers #gis #innovation https://www.geosmartmagazine.it/2021/04/09/precision-farming-e-remote-sensing-per-valutare-gli-indici-di-vegetazione/

Sanità digitale: applicazioni operative e future
Ne parliamo alla Conferenza Esri Italia 2021 -Digital Week
12 maggio 14.00-17.30
Consulta l'agenda...
https://bit.ly/2QjQtro
#Esri #GIS #thescienceofwhere #sanitàdigitale #telemedicina #trasformazionedigitale #AI #dati #conesri2021

"#MachineLearning e #ArtificialIntelligence" il #webinargratis della #IA Academy del @geosmartcampus
Martedi 13 Aprile ore 15.
Con @ClaudioBroggio e... @frainini dell'Acceleration Team di @SASitaly
#IntelligenceArtificielle #AI #formazione #innovazione
https://www.geosmartmagazine.it/2021/04/09/machine-learning-e-artificial-intelligence/

The Geobservatory - Conferenza Esri Italia 2021- Digital Week: la grande installazione multimediale per conoscere la tecnologia più avanzata nel ... campo delle soluzioni geospaziali
#conesri2021 #GIS #ArcGIS Online #thescienceofwhere #theGEOBSERVATORY2021
https://bit.ly/3mFpWB0

#HRTech #finanziamenti #formazione #HR #formazioneprofessionale #formazioneaziendale
#webinargratis “Introduzione ai #Fondi Interprofessionali” ... dalle 15.00 alle 16.30
https://bit.ly/3fV2bn0
password ACADEMY2021

Guarda di più...
- Advertisment -

ULTIMI POST

Cercasi 10 idee culturali e creative per il turismo sostenibile

Tecnopolis, Parco Scientifico e Tecnologico dell’Università di Bari, lancia il Bando per selezionare 10 idee culturali e creative per il turismo sostenibile, nell’ambito del progetto Interreg...

Una nuova Common Agricultural Policy basata su Copernicus e sui tools EO4GEO

Webinar il 28 Aprile 2021 alle ore 10:00 (CET)  su le nuove opportunità offerte dal programma Copernicus e dai tools di EO4GEO per affrontare...

Intelligenza artificiale, dal 10 al 15 maggio la AI Week Italia

La settimana italiana dell’intelligenza artificiale si terrà dal 10 al 15 maggio, interamente online su aiweek.it, la seconda edizione della AI Week Italia, la...

Funzionalità SAR dei satelliti italiani COSMO-Skymed, webinar e-Geos

Il webinar dedicato alle funzionalità SAR che e-GEOS può implementare utilizzando la migliore costellazione sul mercato, COSMO-SkyMed di seconda generazione e la migliore combinazione...