spot_img
HomeCulturaTecnologia Heritage BIM (HBIM) per il modello 3D della domus di Arianna...

Tecnologia Heritage BIM (HBIM) per il modello 3D della domus di Arianna a Pompei

Nuove Tecnologia Heritage BIM (HBIM) per il monitoraggio dello stato di conservazione dei manufatti archeologici: al via i rilievi laser scanner per il progetto Heritage BIM (HBIM) e la realizzazione del modello 3D della domus di Arianna a Pompei.

Al via nuove attività di ricerca sperimentali che vedono il Parco archeologico di Pompei, ancora una volta, campo privilegiato di applicazione delle nuove tecnologie di conservazione e monitoraggio delle strutture archeologiche: stavolta l’obiettivo sarà la creazione di un modello 3D in BIM.

Nel mese di novembre sono iniziate le prime attività di rilievo con laser scanner della domus di Arianna, i cui dati confluiranno in una piattaforma HBIM, che per la prima volta sarà applicata al contesto archeologico pompeiano.

HBIM è acronimo di Heritage Building Information Modeling, una tecnologia che consente di acquisire informazioni per la gestione digitale integrata dei processi di conservazione, programmazione e manutenzione del sito, nell’ottica di una sempre maggiore sostenibilità economica e ambientale nella gestione del patrimonio archeologico.

Avere a disposizione un modello digitale BIM implementabile di una domus o edificio archeologico permette di disporre di un database interoperabile da interrogare (con l’ausilio di strumenti informatici dedicati al facility management) per pianificare in modo strategico le operazioni di manutenzione e gestire in maniera ottimale: il monitoraggio del degrado, anche strutturale, dell’edificio, attraverso un confronto informatizzato tra un dato inserito nel modello digitale e lo stesso dato rilevato in tempo reale tramite sensori; la pianificazione degli interventi di restauro; la catalogazione delle informazioni legate all’opera, che vengono in questo modo preservate tramite un archivio digitale in cloud; la simulazione degli effetti di eventi catastrofici (ad es. i terremoti).

Il progetto è realizzato dal Parco archeologico di Pompei assieme all’Università Federico II di Napoli, che dal 2010 ha seguito per il sito di Pompei i progetti di miglioramento dell’accessibilità “Pompei accessibile”, “Accordo Deloitte” e “Enhancing Pompeii”, dal Politecnico di Milano che conduce da anni ricerche sul superamento dei modelli tradizionali di archiviazione dei dati e sulla costruzione di piattaforme interoperabili per i beni culturali e dall’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale del CNR, con una consolidata esperienza di ricerca sull’impiego delle tecnologie ICT per la conoscenza, conservazione e fruizione del patrimonio culturale.

L’obiettivo del gruppo di ricerca, che vanta un approfondito know-how sui temi del restauro, miglioramento della fruizione del Parco archeologico pompeiano e delle tecnologie abilitanti per i patrimoni culturali, è di portare a compimento l’idea progettuale di un prototipo di piattaforma digitale HBIM calata su un’insula del Parco archeologico pompeiano in 6 mesi, per definire in una seconda fase la sperimentazione del risultato prototipale e la relativa dimostrazione di funzionalità.

L’attività prevede il coinvolgimento di docenti e giovani ricercatori da impiegare nell’attività sul campo e si avvarrà della consulenza del Distretto tecnologico Stress, per la realizzazione di rilievi e indagini diagnostiche non invasive, e per l’elaborazione della piattaforma digitale, della società Acca Software, sviluppatrice dei programmi Edificius e usBIM, grazie ai quali i componenti della ricerca hanno già sperimentato soluzioni per l’implementazione dei programmi finalizzati alla lettura, all’archiviazione dati e all’interpretazione del patrimonio culturale.

(Fonte: Pompeii)

Leggi anche:

#opendata #opengeodata #geodata lo stato dell’arte in #Italia #webinar @AgidGov @FormezPA
#digitale #innovazionedigitale #territorio #evento #PA ... #regioni #mappe #geospatial
https://lnkd.in/dX-Zhfgx

#Energia, #sostenibilità e #innovazione: al via la partnership tra @GruppoEnercom e Geosmartcampus

... https://www.geosmartmagazine.it/2022/01/17/energia-sostenibilita-e-innovazione-al-via-partnership-tra-gruppo-enercom-e-geosmartcampus/ via @geosmartcampus

#Decarbonizzazione: perchè le energie rinnovabili non bastano. I motivi sono tanti e li spiega l’ing. Di Santo.@dardisan, Managing Director at ... @FIRE_ita
#energia #ambiente
https://www.geosmartmagazine.it/2022/01/07/decarbonizzazione-perche-le-energie-rinnovabili-non-bastano/ via @geosmartcampus

#Monitoraggio #ambientale a basso costo e preciso, basato su #spettroscopia #NIR, #AI e #GIS
Lago è una soluzione realizzata e brevettata dalla ... startup innovativa LightScience all’interno del programma di accelerazione del Geosmartcampus
https://www.geosmartmagazine.it/2021/12/27/monitoraggio-ambientale-a-basso-costo-con-spettroscopia-nir-ai-e-gis/ @geosmartcampus

3D open data geologici per emergenze ed ambiente: video dal workshop GO-DEPTH (progetto #GO_PEG) ... https://www.geosmartmagazine.it/2022/01/03/3d-open-data-geologici-per-emergenze-ed-ambiente-video-go-depth/ via @geosmartcampus

Lo scorso 15 dicembre 2021 si è di fatto aperta la strada per la realizzazione della piattaforma nazionale #telemedicina che gestirà i servizi ... nazionali abilitanti per l’adozione nei territori.
#sanità #salute #innovazionedigitale #territorio
https://www.geosmartmagazine.it/2022/01/10/sanita-digitale-al-via-la-piattaforma-nazionale-di-telemedicina/

40 anni di terremoti in Italia: dalle mappe sismiche tradizionali alle dashboard in tempo reale, grazie alle centinaia di stazioni della Rete Sismica ... Nazionale (RSN) gestita dall’@INGVterremoti
#Terremoto #geofisica #vulcanologia #mappe
https://www.geosmartmagazine.it/2022/01/11/40-anni-di-terremoti-in-italia-dalle-mappe-sismiche-tradizionali-alle-dashboard-in-tempo-reale/ @geosmartcampus

Metodologie innovative per la tutela dei beni archeologici dai #rischinaturali
Articolo di Evelina Volpe e Luca Brocca (@CNR_IRPI)
#beniculturali ... #patrimonioculturale #cultura #archeologia #innovazione
https://www.geosmartmagazine.it/2022/01/07/metodologie-innovative-per-la-tutela-dei-beni-archeologici-dai-rischi-naturali/ @geosmartcampus

#formazione #innovazione #budget
Il budget: #corso metodologia e operatività, #imprenditori, top #management e #consulenti
#PMI #startup #innovative ... #imprese #spazio
13 e 14 gennaio 2022
https://lnkd.in/deuhBWxn

Osservazione della Terra e nuove professionalità: da @EO4GEOtalks la #skills strategy per guidare lo sviluppo di #competenze qualificate nel settore ... EO*GI.
#gis #geospatial #geodata #geo #earthobservation #geographicinformationsystems
https://www.geosmartmagazine.it/2022/01/03/osservazione-della-terra-e-nuove-professionalita-da-eo4geo/ @geosmartcampus

Guarda di più...
- Advertisment -spot_img

ULTIMI POST