HomeCulturaFormazione CulturaRealtà virtuale per i beni culturali, corso online di Associazione Anemos

Realtà virtuale per i beni culturali, corso online di Associazione Anemos

Associazione Anemos, vi invita al corso Realtà virtuale per i beni culturali, per realizzare mondi virtuali 3D da esplorare in prima persona.

La digitalizzazione nel campo dei beni culturali sta aprendo nuove e ancora poco esplorate strade per la comunicazione e valorizzazione di musei e siti archeologici. Le nuove tecnologie hanno permesso a queste istituzioni di rendersi maggiormente accessibili e di aprirsi a nuovi segmenti di pubblico e alle nuove generazioni.

L’evoluzione verso i media immersivi, la realtà virtuale e aumentata, la realizzazione di musei virtuali, la realizzazione di modelli digitali delle opere e le ricostruzioni tridimensionali hanno contribuito in maniera sostanziale a creare modalità di fruizione innovative, ridefinendo gli spazi e i tempi della cultura.

In particolare nel campo dell’archeologia, le ricostruzioni 3D si stanno ritagliando un ruolo sempre più importante. Si tratta, in questo momento, della soluzione più conveniente per restituire alle opere e ai luoghi la loro integrità e il loro contesto originario. Soprattutto se queste ricostruzioni virtuali possono essere sperimentate in modalità immersiva e in prima persona.

Metodologia

Durante il corso che proponiamo, verranno utilizzati i software professionali più avanzati della loro categoria:

  • Blender: per la modellazione 3D e molto altro.
  • Unreal Engine: per il real-time rendering e la realizzazione di ambientazioni immersive.

Si tratta di due software che al momento sono diventati il metro di riferimento nel campo della CGI, con un particolare punto di forza nell’essere open-sources o a licenza libera. Proprio per questa ragione, entrambe le applicazioni hanno il grande vantaggio per i principianti, ma non solo, di possedere tra le community più attive sul web, con la possibilità di accedere ad un numero considerevole di informazioni e all’assistenza diretta proprio da parte della community stessa.

Il workflow proposto, prevede la realizzazione di modelli 3D all’interno del software Blender, che verranno successivamente importati all’interno di un landscape generato in Unreal Engine. Sarà, infine, possibile esplorare l’ambiente virtuale realizzato in modalità first-person.

Durante gli incontri si alterneranno spiegazioni teoriche e approfondite esercitazioni pratiche per l’apprendimento dei software: modelleremo da zero un tempio antico, seguendo le indicazioni provenienti dalla bibliografia scientifica disponibile, che poi andremo ad inserire in un paesaggio, anch’esso modellato, esplorabile in prima persona.

I modelli 3D prodotti saranno utilizzabili anche per:

  • render digitale di immagini o filmati,
  • applicazioni interattive (videogames),
  • stampa 3D.

Al termine delle presentazioni è rilasciato l’attestato di partecipazione (min. 70% di presenza).

Il corso (20 ore, max 12 partecipanti) si svolgerà online per la durata di 4 lezioni:

A chi è rivolto il corso realtà virtuale per i beni culturali. Livello e requisiti di accesso

Il corso è rivolto a tutti coloro (maggiorenni) che vogliono apprendere o approfondire queste tecniche, i software e il loro utilizzo. In particolare a studenti, professionisti e appassionati del settore.

Non sono richieste conoscenze pregresse.

Si richiede un personal computer portatile Windows 8 o superiore, oppure macOS 10.13 o superiore, mouse con rotella (fondamentale) e se disponibile tastiera con tastierino numerico laterale.

Se possibile pre-installare Blender 2.93 LTS (vanno bene, in ogni caso, versioni dalla 2.8 in poi).

Vantaggi e costi del corso realtà virtuale per i beni culturali

I partecipanti, alla fine del corso, saranno in grado di progettare e realizzare una scena 3D, di ricostruire i volumi e i materiali di un’architettura antica. Inoltre, sapranno sfruttare le enormi potenzialità del real-time rendering per la creazione di scene immersive.

Costi

il corso è rivolto esclusivamente ai soci dell’Associazione Anemos (sarà richiesto un minimo contributo per rimborso spese di 40€).

Per i nuovi soci: 70€ (quota associativa) + 40€ (rimborso spese) = 110€

Per i soci: 40€ (rimborso spese)

Docente

Alessandro Coppola è archeologo specializzato in topografia antica, esperto in grafica 2D-3D applicata alla valorizzazione e alla comunicazione del patrimonio culturale. Collabora con 7emezzo.biz una realtà che realizza applicazioni digitali come ricostruzioni e rilievi 3D per il Virtual Heritage (Realtà Aumentata e Virtuale), e con varie associazioni culturali del settore dei beni culturali.
Si occupa, inoltre, di formazione professionale nel campo della computer grafica 3D per diversi istituti di formazione accreditati o nelle scuole all’interno dei percorsi PON.

(Fonte: Associazione Anemos)

Leggi anche:

Parlando di #experience #costumerjourney nel lusso oggi non si può non far riferimento alla componente #digitale che ha contaminato il #settore, pur... rimanendo ancora molto affezionato alla relazione umana

Simona Pantò, Head of Marketing and Communication, Arsenale

#TIGlifestyle

Transizione #digitale per una #governance #sostenibile

per rivedere l'intervento di Alessandra Patera, Head of Marketing, Institutional Sales, ESG ...di @DeaCapital_AF in occasione delle Settimane SRI organizzate dal @ItaSIF 👇

Forum per la Finanza Sostenibile @ItaSIF

📣 Sono online i materiali del webinar "Transizione digitale per una governance sostenibile", organizzato dal Forum con @DeaCapital_AF, #ERM, ...@SocieteGenerale Securities Services.
📹 Video 👉 https://bit.ly/3UobQTZ
💬 Twitter cronaca 👉 https://bit.ly/3AZHjVF
#SettimaneSRI

Il Comitato Imprenditoria Femminile sostiene "http://WO.MEN in Mentoring".
2 dicembre, ore 10.30, Stefania Mancini di @MapsGroup e Antonella Bandoli ...di @matiteravenna dialogano sull’importanza del contributo femminile nel #digitale. Iscrivetevi: https://lnkd.in/dP8WQ4M2

Formez PA al V Raduno dei Responsabili per la Transizione #digitale, alla prova del #Pnrr. Interverrà il Ministro per la PA, @Paolo_Zangrillo.
...@SergioTalamo parteciperà al tavolo su comunicazione per transizione digitale nella PA.
➡️ Programma: https://www.lapadigitale.it/raduno-rtd-2022/

Het #digitale marketingspeelveld breidt steeds verder uit. Niet gek. 97% van alle Nederlanders gebruikt het #internet. En dit is de manier om ze te ...bereiken. Waar moet je aan denken als je wilt beginnen? Lees onze #marketing gids! https://salesforce.smh.re/1vNG

🇪🇺📣#5dicembre, ore 10:30 @Unimolise "L'#AnnoEuropeodeiGiovani: Un futuro più verde, più #digitale e più #inclusivo" seminario #CDEunimol,... @EuropeDirectCBa e @europainitalia con @DipPoliticheUE; ospite Prof. @gbavota @USI_university👇
Anche online #Teams!👉https://bit.ly/3UaPSUR

▶️Sta per cominciare l'Executive Conference #Lifestyle: il ruolo del #digitale #fashion #luxury

👠👜📈 Questo pomeriggio ospiteremo molti... protagonisti ai vertici dei #brand più iconici a livello mondiale e insieme a loro delineeremo gli scenari futuri del settore

#TIGlifestyle

Acquista in #digitale #carica sul sito https://www.pond5.com/ru/artist/sovushka13?ref=sovushka13
#BlackFriday #Genova #SestriPonente #Sampierdarena ...#Voltri #Mele #novita #saldi #igersitalia #Venezia #buongiorno #amalfi #Italia #Capri #Genova #Vaticano #Napoli #amore #2022trend #exotico #Arte #Meta #viaggio #Bari

#Digitale è bello, così le #Pmi italiane possono fare rete in #Ue

L'articolo di @FDePalo

...➡️https://formiche.net/2022/12/digitale-pmi-italia-rete-ue/

Guarda di più...
- Advertisment -spot_img

ULTIMI POST