HomeGeo-ITLavoro GeoSatelliti per le crisi umanitarie. Call ESA per soluzioni basate su tecnologie...

Satelliti per le crisi umanitarie. Call ESA per soluzioni basate su tecnologie EO, GNSS e SATCOM

Satelliti per le crisi umanitarie. A causa della natura di urgenza generata della crisi tra Russia ed Ucraina, l’ESA ha indetto una call che punta a selezionare studi e progetti che possano essere attuati il ​​più rapidamente possibile. Le idee proposte dovranno basarsi su tecnologie EO, GNSS e SATCOM. 

Vista l’urgenza ESA raccomanda vivamente di presentare una proposta di massima entro il 20 maggio 2022. Tuttavia, le proposte di sintesi presentate dopo tale data saranno comunque prese in esame.

OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO Satelliti per le crisi umanitarie

Secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), alla fine del 2020, 82,4 milioni di persone nel mondo sono state sfollate con la forza a causa di persecuzioni, conflitti, violenze, violazioni dei diritti umani o eventi che turbano gravemente l’ordine pubblico.

Da allora, il mondo ha vissuto una nuova crisi umanitaria con 3,5 milioni di persone in fuga dall’Ucraina in un periodo di quattro settimane (UNHCR).
Il dato che è riportato sopra, come è noto è in continua crescita per cui l’Ucraina potrebbe presto superare la crisi della Siria (5,7 milioni) per avere la più grande comunità di rifugiati al mondo, mentre all’interno dell’Ucraina ci sono attualmente 7,1 milioni di sfollati interni secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM).

Nel contesto dell’attuale emergenza legata al conflitto in Ucraina, l’ESA è attualmente in discussione con le principali organizzazioni umanitarie tra cui l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM), il Consiglio norvegese per i rifugiati (NRC) e il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF), l’Istituto per l’economia e la pace (IEP) e il Centro satellitare delle Nazioni Unite (UNOSAT) per comprendere le loro esigenze.

Lo spazio ha un notevole potenziale per supportare le risposte a crisi umanitarie come quella dell’Ucraina.

I satelliti possono operare in tutto il mondo, comprese aree con conflitti prolungati o instabilità politica, per fornire dati sinottici e informazioni imparziali, oltre a fornire servizi di base alle comunità vulnerabili.

L’ESA sta lanciando questa opportunità di finanziamento per fornire servizi operativi che supportano gli sforzi umanitari in risposta alla crisi ucraina. L’ESA sosterrà studi di fattibilità e progetti dimostrativi, che utilizzano risorse spaziali o dati spaziali come telerilevamento, sistemi satellitari di navigazione globale, comunicazioni satellitari o satelliti meteorologici. Sebbene le proposte debbano essere pertinenti alla situazione in Ucraina, l’ESA accoglie con favore idee che possono essere applicate anche ad altre crisi umanitarie.

Argomenti rilevanti

L’ESA vorrebbe vedere proposte incentrate su uno dei seguenti pilastri chiave:

Sostenere il benessere fisico, emotivo, psicologico, sociale o economico dei rifugiati e degli sfollati interni (Internally Displaced Persons – IDP).

I potenziali servizi includono:

  • accesso a fonti attendibili (ad es. organizzazioni umanitarie) per consigli e informazioni critiche (ad es. su corridoi sicuri, condizioni del luogo di origine, servizi disponibili e assistenza legale)
  • ripristino dei legami familiari e comunitari
  • accesso a contanti e sistemi per il trasferimento di denaro
  • protezione dell’offerta educativa
  • conservazione e/o sviluppo dei mezzi di sussistenza nello spazio digitale
  • fornitura di condizioni di rotta e spostamento aggiornate in un paesaggio in rapida evoluzione

Supportare le organizzazioni per prevedere, rispondere e gestire le crisi umanitarie.

I potenziali servizi includono:

  • valutazione delle condizioni delle infrastrutture critiche (ad es. ospedali, strade, approvvigionamento idrico, reti di telecomunicazioni) nelle regioni in crisi
    fornitura di connettività sicura da e per le squadre sul campo;
  • monitoraggio dei movimenti della popolazione;
  • facilitare le comunicazioni tra i soccorritori e coloro che necessitano di assistenza;
  • mappatura delle aree armate, delle aree minate o con presenza ordigni inesplosi;
  • servizi di instradamento dinamico per facilitare l’accesso da e verso le aree interessate.

Sostenere le comunità che ospitano gli sfollati affinché si adattino e rispondano alle sfide associate ai flussi migratori

I potenziali servizi includono:

  • assistenza nelle attività di registrazione dei rifugiati;
  • mappatura delle popolazioni sfollate;
  • previsione dei flussi migratori;
  • ottimizzazione delle risorse e dei servizi locali in condizioni di stress;
  • ottimizzazione delle risorse importate e degli aiuti attraverso la filiera digitale.

Sostenere gli sforzi di recupero postbellico

I potenziali servizi includono:

  • valutazione delle condizioni delle infrastrutture critiche e delle abitazioni domestiche;
  • recupero di risorse chiave che sono state danneggiate e/o trascurate (es. terreni agricoli; rete elettrica; fonti idriche);
  • ripristino di aree sicure (es. sminamento e ordigni inesplosi);
  • recupero di aree contaminate (es. dove si sono verificati bombardamenti su aree fortemente industrializzate);
  • ripristino della governance ambientale.

TECNOLOGIE

Comunicazioni satellitari (SatCom):
  • connessione sicura in luoghi remoti senza canali di comunicazione terrestri;
  • operare come backup per i sistemi di comunicazione terrestre;
  • abilita la comunicazione machine-to-machine in aree remote.

I candidati dovrebbero chiarire nella loro proposta se intendono utilizzare telecomunicazioni satellitari sicure.

Osservazione terrestre satellitare (SatEO):
  • Fornisce immagini che consentono la mappatura, il rilevamento dei rischi e la consapevolezza della situazione;
  • consente il monitoraggio remoto di persone, oggetti e ambienti circostanti.
Navigazione satellitare (SatNAV)
  • Fornisce posizionamento, navigazione e temporizzazione (PNT) accurati:
  • consente il monitoraggio e la tracciabilità di veicoli, persone e risorse;
  • consente la navigazione di veicoli autonomi.

Tutte le informazioni per la partecipazione al bando sulla pagina dedicata alla call

 

E’ stato inoltre programmato un webinar per illustrare la call su satelliti per le crisi umanitarie.

Registrati al webinar.

(Fonte: ESA)

Leggi anche:

POST CORRELATI DA TAG

Siamo in diretta per parlare di #NFT e #blockchain per usi business per le organizzazioni
⬇️CLICCA IL LINK⬇️
#formazioneprofessionale ...#formazioneaziendale #innovazionedigitale
https://www.youtube.com/live/_CtBd-USBcw?feature=share

#opengeodata
#opendata per #ambiente #emergenze e #rischi
L’obiettivo principale del progetto GO-PEG (Generation of cross border Pan European ...#geospatial Datasets and Services) è fornire l’accesso a una serie di Open Data tematici
@EpsilonItalia
https://www.geosmartmagazine.it/2023/01/23/open-data-metadati-per-ambiente-emergenze-disastri/

#Innovazione e #digitalizzazione #agricoltura al @fieragricola TECH: approfondimenti, formazione e incontri business
Appuntamento: 1-2 Febbraio
...#energia #IoT #robotica #satelliti e #droni nel ricco programma!
#agritech #tecnologie @pressVRfiere
https://lnkd.in/d-TdKVr4

#earthobservation #satellites
Cresce la costellazione di minisatelliti PLATiNO per osservazione della #Terra.
Accordo tra @ASI_spazio e @Leonardo_IT... per la fornitura dei sensori che equipaggeranno PLATiNO 3 e PLATiNO 4.
#EO #satelliti #inSAR @LDO_Space
https://lnkd.in/dKnuCNPy

Partito il progetto italiano ETIC (Einstein Telescope Infrastructure Consortium) che sostiene la candidatura italiana a ospitare l’interferometro ...gravitazionale di nuova generazione #Einstein Telescope (ET)
Il sito la miniera di Sos Enattos in #Sardegna
https://lnkd.in/dGifVmEe

2

Oggi dalle ore 16 alle 16.45
Relatore: Elisabetta Giacosa
DOVE: online sulla DIGITAL CITY @geosmartcampus
https://lnkd.in/d7Gip6J6
#sanita ...#Innovazione #startups #salute #Caregiver

#cultura e #giovani
Progetto #HackCultura2023 per raccontare la bellezza del Paese con gli #studenti sfida n 5 #itinerarioBellezza Racconta un ...itinerario esperienziale per la #valorizzazione del #Territorio #digitale https://lnkd.in/dTTw8Fb2

#Telerilevamento e #3D #mapping con #droni #sensori #LiDAR e multispettrali iMAGE S S.p.A. specialista del settore #geospatial rinnova la ...collaborazione con Signal S.r.l. per la continua ricerca delle migliori soluzioni da proporre al mercato italiano.
https://lnkd.in/ds-bYG57

#GIS #mappe #ambiente #territorio
Master universitario di II livello GeoGST dell’ Università di Roma Tor vergata @ing_torvergata
PREISCRIZIONI ...RIAPERTE FINO AL 15 FEBBRAIO!
#formazione #ArcGIS #geotecnologie #formazioneprofessionale
https://www.geosmartmagazine.it/2022/12/27/master-in-geospatial-science-technology/

Guarda di più...
- Advertisment -spot_img

ULTIMI POST