HomeAgritechRicerca e innovazione in agricoltura: accordo tra CREA ed associazioni agricole

Ricerca e innovazione in agricoltura: accordo tra CREA ed associazioni agricole

Ricerca e innovazione in agricoltura: firmato oggi, 13 dicembre, l’accordo fra CREA – Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria -,  CIA, AGIA e Associazione Agricoltura è vita. L’obiettivo dell’accordo è valorizzare le attività e le competenze degli operatoti attuano l’innovazione in agricoltura, in particolare i giovani, per accrescere lo sviluppo di tutto il settore.

La firma degli accordi con le associazione agricole – ha dichiarato Carlo Gaudio, Presidente del CREA – è senza dubbio essenziale perché la ricerca, la sperimentazione, l’innovazione e la formazione rappresentano il cuore della nostra attività, che deve uscire dai laboratori per riversarsi sul campo e ricevere dagli agricoltori, dai giovani imprenditori e da associazioni quali Agricoltura è vita l’input per la ricerca, orientata verso la difesa della qualità, della produzione e del Made in Italy“.

Mettere a sistema ricerca, innovazioni, conoscenze e competenze per promuovere lo sviluppo del settore agricolo, in un’ottica di sostenibilità ambientale, sociale ed economica in ogni fase produttiva, favorendo da un lato l’aggregazione all’interno delle filiere agroalimentari e dall’altro l’interazione dei giovani imprenditori con il mondo della ricerca.

Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato oggi 13 dicembre dal Presidente del CREA Carlo Gaudio, con il Presidente di Cia-Agricoltori Italiani, Cristiano Fini, alla presenza del Presidente di Agia-Cia, Enrico Calentini e del Presidente di Associazione Agricoltura è Vita-Cia, Stefano Francia.

Si tratta, in particolare, di sviluppare innovazioni nel sistema agroalimentare, forestale e ambientale; migliorare qualità, resa e valorizzazione delle produzioni agricole nonché la vita nelle aree rurali e interne. Promuovere il diretto coinvolgimento delle imprese agricole e delle loro rappresentanze nel processo di progettazione delle innovazioni; supportare, infine, le imprese nella gestione e nella valutazione economica delle scelte operative.

Una collaborazione a 360° che prevede non solo un reale trasferimento tecnologico dalla ricerca alle imprese agricole, ma anche informazione e formazione, consulenza, supporto tecnico e creazione di associazioni e/o partenariati per sviluppare l’integrazione e la sinergia fra i soggetti delle filiere strategiche, il made in Italy e la dieta mediterranea.

Una vera e propria road map che permetterà ai 41 mila giovani imprenditori agricoli di Agia-Cia di accedere ai 72 Centri del CREA in 19 regioni d’Italia. Già nel mese di dicembre le prime tappe per l’orticoltura nelle Marche, per l’agrumicoltura in Sicilia e per la genomica in Emilia Romagna.

«Accompagnare e realizzare la transizione verde e digitale dell’agricoltura, vuol dire incentivare lo scambio tra mondo della ricerca e imprese del settore. Coinvolgere i giovani imprenditori agricoli è chiaramente fondamentale e strategico – ha detto il presidente nazionale di Cia, Cristiano Fini -. Siamo, quindi, soddisfatti di essere riusciti a concretizzare, insieme anche alle associazioni Cia, Agia e Agricoltura è Vita, un progetto che si avvale del grande ruolo del Crea per offrire alle nuove generazioni, percorsi organici di conoscenza dell’innovazione, con obiettivi definiti e valorizzanti. Crediamo in questa collaborazione e ribadiamo la necessità di maggiori risorse e politiche adeguate, affinché ricerca e agricoltura, possano trovare insieme soluzioni sempre più efficaci contro i cambiamenti climatici».

(Fonte: CREA)

Leggi anche:

POST CORRELATI DA TAG

#gis #mappe #smartmobility
Importanza dati geografici per il #delivery: #bigdata permettono di migliorare la #logistica ma la carenza di ...aggiornamenti puntuali nei #comuni italiani compromette l'efficienza del Last Mile Delivery.
#geodata #opengeodata
https://lnkd.in/dHf4Sj4n

Per la prima volta in Italia il #MobileMapping Technology #MMT International Symposium, principale evento scientifico sulle tecnologie per il mobile ...mapping.
#mapping #posizionamento #positioning #SLAM #GIS #LiDAR #SAR #geomatica #survey
https://lnkd.in/dWEqYSBU

Are you an 🇪🇺 #softwaredeveloper, #hacker, #designer, #engineer, innovator or #startupper?

The #CASSINIHackathon 2023 is now open!
In the ...next 50 days you will meet experts, train on #EUspace technologies and create your solution!

Register now
🚀https://www.cassini.eu/hackathons/italy

Ecco l'esito della #call x selezionare le 2 location per 73 comuni da 19 regioni #jazzinn23 di @FAmpioraggio a breve pubblicheremo l'elenco completo...
@flavia_marzano @Borghi_Italia_N @areeinterne @comuni_anci @MontagnaUncem @ascuoladioc @OpenCoesione @ConilSud @regioni_it

Rivedi il Webinar "NFT non solo arte" https://youtu.be/x8YyxF2t0-E realizzato dalla nostra Blockchain Academy con Enzo La Rosa e Claudio Pacini
...@enzolarosafi e @ClaudioPacini1 #blockchain #NFT

Geosmartcampus la città dell'innovazione e del capitale umano, un #innovation #ecosystem basato sui valori dell'Open Innovation e Coolescence ...Innovation
#DigitalTransformation #smartsociety #smartcity #skills #innovation #Geoknowledge #GIS #technologysolutions #startups

Siamo in diretta per parlare di #NFT e #blockchain per usi business per le organizzazioni
⬇️CLICCA IL LINK⬇️
#formazioneprofessionale ...#formazioneaziendale #innovazionedigitale
https://www.youtube.com/live/_CtBd-USBcw?feature=share

#opengeodata
#opendata per #ambiente #emergenze e #rischi
L’obiettivo principale del progetto GO-PEG (Generation of cross border Pan European ...#geospatial Datasets and Services) è fornire l’accesso a una serie di Open Data tematici
@EpsilonItalia
https://www.geosmartmagazine.it/2023/01/23/open-data-metadati-per-ambiente-emergenze-disastri/

Guarda di più...
- Advertisment -spot_img

ULTIMI POST