HomeCulturaProteggere il patrimonio dai cambiamenti climatici e altri pericoli

Proteggere il patrimonio dai cambiamenti climatici e altri pericoli

Scopo del progetto RescueME è sviluppare metodologie per proteggere il nostro patrimonio comune dai cambiamenti climatici e da altri pericoli con soluzioni di resilienza equa per rafforzare il legame tra paesaggi culturali e comunità.

Anche in Italia si sta parlando molto negli ultimi tempi di proteggere il patrimonio dai rischi siano essi naturali che antropici. Un caso tra i tanti il Parco Nazionale costituito dalle Cinque Terre in Liguria che è, tra gli altri, proprio uno dei casi applicativi di questo progetto.

Descrizione

Il cambiamento climatico rappresenta una minaccia significativa per le comunità di tutta Europa, il che significa anche che il nostro patrimonio culturale e i nostri paesaggi condivisi sono vulnerabili. Di conseguenza, sono a rischio i contributi significativi di questi beni culturali, tra cui il nostro benessere condiviso, la coesione sociale, l’identità, l’economia locale, l’attrattiva territoriale e la sostenibilità ambientale.

Proteggere il patrimonio culturale e i paesaggi è una parte fondamentale della conversazione sull’adattamento ai cambiamenti climatici e sulla gestione del rischio di catastrofi, insieme ad altre sfide che i beni del patrimonio devono affrontare, come l’inquinamento e il turismo eccessivo.

RescueME fornirà alle comunità, in particolare quelle nelle zone costiere , paradigmi potenziati e strumenti di supporto per la protezione del patrimonio culturale e dei paesaggi.

Attività RescueME per proteggere il patrimonio

RescueME è un progetto di Horizon Europe incentrato su un approccio paesaggistico alla resilienza, con l’obiettivo di proteggere il patrimonio culturale e i paesaggi. RescueME mobilita risorse, coinvolge le parti interessate, facilita il processo decisionale e migliora l’implementazione di soluzioni di resilienza co-create e giuste per proteggere il nostro patrimonio comune.

  • Un quadro di riferimento attuabile per il paesaggio storico resiliente (RHL – Resilient Historic Landscape) aiuterà a guidare le comunità in una giusta transizione per proteggere il patrimonio condiviso.
  • Allo stesso tempo, i partner di RescueME svilupperanno un sistema di supporto alle decisioni, uno “sportello unico” per gli strumenti digitali e un meta-repository di soluzioni di resilienza e strategie incentrate sulla cultura, tra le altre risorse.
  • I laboratori di resilienza del paesaggio, o ” R-Labscapes “, sono stati istituiti nelle comunità costiere di tutta Europa e testeranno e co-creeranno approcci RescueME all’avanguardia:
    • Psiloritis a Creta (Grecia);
    • Neuwerk ad Amburgo (Germania);
    • Portovenere, Cinque Terre e Isole (Italia);
    • Valencia (Spagna); E
    • La città di Zara (Croazia).

(Fonte: Progetto RescueME)

POST CORRELATI DA TAG

Speciale Startup Easy Italiaspot_img

ULTIMI POST